Kairós è un attimo.

Non un attimo qualunque

ma quel momento speciale

in cui qualcosa di importante accade

Seguici su:

Descrizione immagine

La Bottega della Partecipazione

Il 06 dicembre 2015 vieni all’Open Space Technology!
L’evento sarà presentato sabato 28 novembre

25 novembre 2015

PER SAPERNE DI PIU' CONSULTA LE PAGINE:

Descrizione immagine

Un ulteriore appuntamento di partecipazione attiva, aperto a tutti i cittadini di Motta San Giovanni. Stiamo parlando dell’Open Space Technology dal titolo “AMBIENTE Vorrei che…Proposte per il nostro territorio”.


Un vero e proprio laboratorio dove protagoniste saranno le tue idee! L’appuntamento si svolgerà giorno 6 dicembre 2015 a Lazzaro di Motta S. Giovanni presso la Sala Convegni del villaggio Magna Grecia.


La sala, per l’occasione sarà attrezzata con bacheche mobili, sedie, un’area di discussione in plenaria e degli spazi di lavoro per i gruppi. Ad accompagnare i partecipanti, un coffee break continuo a loro disposizione al fine di rendere l’attività distensiva e piacevole.


L’evento sarà presentato sabato 28 novembre alle ore 10.30 presso la Sala del Consiliare del Comune di Motta San Giovanni.


Cos’è l’Open Space Technology?


“Benvenuti! Se è la prima volta che vi avvicinate all’Open Space Technology siete all’inizio di quella che migliaia di persone in ogni parte del mondo hanno scoperto essere una magnifica avventura, che ha consentito a gente assolutamente normale di produrre, con regolarità, risultati spesso fuori dal comune.” (Harrison Owen, 2007).


L’OST è una tecnica di gestione dei gruppi che permette di strutturare una discussione a partire da un tema generico in modo da giungere a delle proposte concrete. Fare un’Open Space significa aprire uno spazio di discussione in cui i partecipanti sono liberi di muoversi, scegliendo quando e come contribuire ai lavori, lasciando libera la loro passione, l’interesse e la responsabilità, credendo nella capacità di ottenere quello di cui hanno bisogno. All’interno di un OST non ci sono interventi predefiniti o una scaletta di lavoro. L’idea è che chiunque è interessato a proporre un tema che “gli sta a cuore”, può farlo assumendosi la responsabilità di seguire la discussione del gruppo restituendone gli interventi.


La metodologia dell’Open Space Technology


L’OST si basa su quattro principi ed una sola legge.


I 4 principi:


– chiunque venga è la persona giusta


– qualsiasi cosa accada è l’unica che poteva accadere


– quando comincia è il momento giusto


– quando è finita è finita


La legge dei 2 piedi: se ti accorgi che non stai né imparando né contribuendo alle attività, alzati e spostati in un luogo in cui puoi essere più produttivo.


In tutti i gruppi OST non possono mancare due personaggi particolari:


la farfalla che è in continuo movimento, è silenziosa e gradevole e crea degli spazi di distensione e relax per gli altri partecipanti


il bombo che è rumoroso, si sposta da un luogo all’altro e tende ad impollinare, fertilizzando i luoghi in cui si posa


                                                                        (Tratto da: www.loci.it e www.putignanopartecipativa.org)


Per saperne di più sulla tecnica dell’OST


Per conoscere il progetto “La Bottega della Partecipazione”